I benefici del massaggio Thai

benefici massaggio thai

 

Massaggio Thailandese: origini

Il Massaggio Thailandese, secondo la tradizione, è stato ideato e introdotto in Thailandia da Shivago Kumar Baj, amico di Buddha, e consiste in una combinazione dei principi della medicina ayurvedica, della medicina tradizionale cinese e dello yoga.

Il Massaggio Thai o Massaggio Thailandese è una tecnica di massaggio caratterizzata da tre principali tipologie di manipolazioni:

  • pressioni
  • stiramenti
  • allungamenti

In Thailandia il massaggio Thai è considerato parte della medicina tradizionale.

 

Massaggio Thailandese: come viene eseguito e quali benefici mira ad assicurare

Il Massaggio Thailandese, nella sua forma originale, viene eseguito a terra su un apposito materasso simile al futon o su un apposito letto con materasso semirigido.

Le manipolazioni sono effettuate dal terapista utilizzando le dita, il palmo delle mani, i gomiti, le ginocchia o i piedi.

Sempre secondo la tradizione originale, non è previsto l’utilizzo di oli o balsami e il massaggiato deve indossare abiti comodi, leggeri e ampi cosi’ da consentire ogni movimento.

Oli, creme o balsami possono comunque essere utilizzati in relazione a varianti spesso richieste in base alla gradimento personale o al fine di aumentare l’efficacia di alcune manipolazioni.

E’ bene infatti ricordare il massaggio thailandese mira ad assicurare tre tipologie di benefici: fisici, mentali e spirituali.

Ognuno di noi potrà quindi trarre il massimo beneficio mentale richiedendo personalizzazioni che assicurano i maggiori benefici a livello personale.

Le manipolazioni sono eseguite con l’obiettivo di stimolare e aprire i canali energetici (“Sen”) che percorrono il corpo di ognuno di noi. In questo modo il flusso di energia nel nostro organismo viene ripristinato, allontanando malessere e disturbi che in base alla filosofia del massaggio thai, sono causati dall’alterazione del flusso energetico del nostro corpo.

 

Benefici fisici del massaggio Thailandese

Dal punto di vista fisico il massaggio Thai dovrebbe assicurare i seguenti benefici:

  • rilassamento della muscolatura
  • miglioramento della mobilità articolare
  • riattivazione della circolazione sanguigna, in particolare di tipo venoso
  • ripristino delle condizioni ideali della muscolatura dopo uno sforzo di tipo aerobico (è ideale dopo una corsa o un’escursione in bicicletta)
  • regolarizzazione dei ritmi circadiani, in particolare relativamente a un sonno regolare e ristoratore

 

Su quali parti del corpo viene eseguito il massaggio Thailandese

Il massaggio Thailandese può essere eseguito praticamente su ogni parte del corpo, utilizzando ogni volta la tecnica più appropriata.

La schiena, nella zona lombare o nella zona del trapezio e l’area cervicale, è sicuramente tra le zone in cui si possono ricevere maggiori benefici.

I piedi sono un’altra delle zone dove il beneficio fisico e mentale è molto alto.

 

massaggio thai cervicale

massaggio thai cervicale

 

Controindicazioni del massaggio Thailandese

Le controindicazioni del massaggio thailandese sono del tutto simili a quelle applicate a qualsiasi altra tecnica di massaggio.

Il massaggio deve quindi essere evitato:

  • in presenza di fratture
  • in soggetti che soffrono di ernie
  • in soggetti con infezioni cutanee o altri disturbi della pelle
  • in soggetti che presentano disturbi cardiovascolari come l’ipertensione arteriosa
  • in zone del corpo soggette a ferite, ustioni o altre lesioni

Un altro nostro articolo correlato che potrebbe interessarti è quello dedicato ai prezzi dei massaggi thai.

 

Credit immagini: